Sentire l’amore di Dio

DALE G. RENLUND
Quorum dei Dodici Apostoli
3 dicembre 2019 • Devozionale

Curare i nostri recettori dell'amore di Dio disfunzionali ripristina il potere, la stabilità e la direzione nelle nostre vite.

Fratelli e sorelle, vorrei confrontare la nostra salute fisica e spirituale parlando di recettori. La nostra salute fisica dipende dagli ormoni e dai loro recettori. Gli ormoni, come gli ormoni tiroidei, l'insulina e molti altri, sono sostanze prodotte nelle ghiandole e quindi trasportate nel flusso sanguigno a cellule specifiche e stimolano quelle cellule interagendo con specifici recettori.

 

La malattia può verificarsi quando la ghiandola non produce abbastanza ormone o il recettore è disfunzionale. Come potete immaginare, i segni e i sintomi di una malattia possano essere simili in ognuno dei due casi. Le cure ormonali e altri trattamenti possono risolvere o mitigare la malattia in molte situazioni. 


Esiste un tipo di disfunzione del recettore che ha conseguenze eterne: l’incapacità di percepire l'amore di Dio e di sentire il Suo Spirito. L'amore di Dio è infinito e perfetto. Non c'è mai stata né ci sarà mai una carenza dell'amore di Dio. L'apostolo Paolo disse:


Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nudità, o il pericolo, o la spada? . . .


Poiché io son persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti né cose future, Né potestà, né altezza, né profondità, né alcuna creatura potranno separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù.1


Ma cosa fare se non sentite l'amore del Padre celeste e di Gesù Cristo? So con certezza che il problema non riguarda il Loro amore. Il problema è con i vostri recettori del Loro amore. Se avete una disfunzione dei recettori dell'amore di Dio, potreste perdere la strada e soccombere a pericoli come la disperazione, l'impotenza e la solitudine.


Se si verificano disfunzioni di questi recettori, l'influenza di Dio nella vostra vita è ridotta al minimo. Con una completa disfunzione, non sentirete il Loro amore o la Loro premurosa preoccupazione per voi. Il profeta Mormon descrisse questa condizione nel suo popolo. Questo era il suo lamento:


Poiché ecco, . . . essi sono senza Cristo e senza Dio nel mondo . . . .


Una volta era un popolo delizioso, ed aveva Cristo come loro pastore; sì, era guidato da Dio Padre.


Ma ora, ecco, son condotti qua e là da Satana, proprio come la pula è spinta dal vento, o come una nave è sballottata qua e là sulle onde, senza vela o ancora, o senza nulla con cui governarla; e com’è essa, così sono loro.2


Senza il Padre Celeste e Gesù Cristo e la Loro influenza nella nostra vita, non abbiamo pastore. Senza di Loro, non c'è vela, il che significa che non c'è potere. Senza di Loro, non c'è un'ancora, il che significa che non c'è stabilità, specialmente nei periodi di tempesta. Senza di Loro, non c'è nulla con cui guidare - il che significa che non c'è direzione. Nessun potere, nessuna stabilità e nessuna direzione sono tutte conseguenze di recettori disfunzionali del Loro amore.


Una Storia di Ammonimento


Nella mia esperienza, la disfunzione dei recettori dell'amore di Dio avviene lentamente e impercettibilmente nel tempo, non tutto in una volta. Racconterò un'esperienza imbarazzante che non ho raccontato a mia moglie per anni. Ho imparato a mie spese di essere vulnerabile. Poiché sospetto che anche voi potreste essere a rischio, condividerò la mia storia di ammonimento. Sottolinea questo avvertimento del Salvatore:


Ma c’è la possibilità che l’uomo possa decadere dalla grazia e allontanarsi dal Dio vivente;


Perciò che la chiesa faccia attenzione e preghi sempre, per timore di cadere in tentazione;


Sì, e anche coloro che sono santificati facciano attenzione.3


Dopo che terminai la facoltà di medicina, mia moglie, mia figlia e io ci trasferimmo a Baltimora, nel Maryland, per un ulteriore addestramento al Johns Hopkins Hospital. A quel tempo gli anni di addestramento erano brutali, dispendiosi in termini di tempo ed estenuanti.


Verso la fine del mio primo anno, ero stanco. Poiché i tirocinanti lavoravano tutti i giorni e ogni una notte ogni due o tre, lavoravo ogni domenica e potevo frequentare la Chiesa solo per la metà del tempo. Il nostro rione si riuniva in un sobborgo di Baltimora alle 2:30 del pomeriggio. Vivevamo dall'altra parte della strada rispetto all'ospedale e avevamo solo una macchina. Alcune domeniche potevo finire il mio lavoro e unirmi a mia moglie e mia figlia mentre partivano per le riunioni alle 14:00. Altre domeniche non potevo.


Una domenica mi accorsi che se mi fossi veramente sbrigato con il mio lavoro, sarei stato in grado di andare con mia moglie e mia figlia in chiesa. Ma poi ho pensato: se avessi rallentato un po’ e atteso, non sarei tornato a casa se non dopo che mia moglie e mia figlia fossero partite. Quindi avrei potuto saltare la chiesa e fare un pisolino. Mi mortifica dire che ho fatto esattamente questo.


Tornai a casa alle 2:15 e mi sdraiai sul divano. Ma non riuscivo a dormire. Ero profondamente disturbato. Mi è sempre piaciuto andare in chiesa. Ho sempre sentito una bruciante testimonianza della realtà vivente di Cristo. Ma quel giorno l'intensità non c'era.


Non è stato così difficile capire perché. Avevo smesso di fare costantemente alcuni atti di devozione personali e privati. La mia routine era che mi alzavo la mattina, dicevo una preghiera e andavo al lavoro. A volte non c’era distinzione tra la fine della giornata e l'inizio di quella successiva. Lavoravo tutta la notte e il giorno dopo, tornavo a casa tardi quel secondo giorno e mi addormentavo senza una preghiera e senza leggere nulla nelle Scritture. Il giorno seguente il ciclo ricominciava. Avevo permesso ai miei recettori dell'amore di Dio di spegnersi, in modo che le cose dello Spirito diventassero meno urgenti e meno importanti.


Dopo essermene reso conto, mi sono alzato dal divano, mi sono inginocchiato sul pavimento e ho chiesto a Dio perdono. Ho chiesto aiuto. Mentre lo facevo,nella mia mente e nel mio cuore si formulò un piano per cambiare il modello di comportamento.


Ho iniziato a fare dei semplici promemoria per me stesso. Nel mio elenco di cose da fare ogni giorno, ho iniziato a includere le preghiere mattutine e serali. Ho portato un libro tascabile di Mormon nella mia cabina in ospedale e ho incluso la lettura delle Scritture in quella lista di cose da fare. Alcune sere la lettura delle Scritture era breve, pochi versetti prima di mezzanotte. A volte le mie preghiere venivano offerte in luoghi insoliti. Ma leggevo le Scritture ogni giorno.

Pregavo ogni giorno. Il mio piano prevedeva l’impegno di non perdere mai  l'occasione di prendere il sacramento. Mai.


Mentre mettevo in atto il mio nuovo corso d'azione, l'intensità ritornava e la mia testimonianza bruciava di nuovo brillantemente. Rabbrividisco nel pensare a cosa sarebbe successo se non fossi sceso da quel divano quella domenica pomeriggio. La mia vita sarebbe stata molto diversa.

Invece, il Padre Celeste e Gesù Cristo sono tornati al centro della mia vita. I miei recettori dell'amore di Dio e la mia affinità allo Spirito migliorarono.


Una Prescrizione Per i Recettori Disfunzionali


L'incapacità di percepire l'amore di Dio può derivare dal peccato o dal non andare avanti nel cammino dell'alleanza. L'incapacità può anche essere dovuta a malattie fisiche o mentali. Ad esempio, l'ansia clinica e la depressione richiedono un aiuto professionale. Dio si aspetta che cerchiamo un aiuto professionale quando indicato. Ricordate la domanda retoricamente sarcastica del Capitano Moroni a Pahoran: “supponete che il Signore ci libererà ancora, mentre siamo sul nostro trono e non facciamo uso dei mezzi che il Signore ci ha forniti?”4. Le preghiere in questa situazione possono sembrare in qualche modo non sincere a Dio poiché sono manifestazioni di fede senza opere.5


1. Pentimento


Nella mia situazione, in assenza di malattie mentali, ho seguito una tripla prescrizione per i miei recettori dell'amore di Dio disfunzionali. Il primo è ciò che il presidente Russell M. Nelson definisce "maggiore purezza” e “obbedienza esatta".6  Ciò significa pentimento. Se state facendo qualcosa che causa disfunzione nel recettore, pentiti. Il pentimento è un processo gioioso.

 

Ricorda che a Dio non importa davvero chi siete stati e cosa avete fatto. A Lui importa chi siete, cosa state facendo e chi state diventando. Come ha detto il presidente Nelson, il pentimento non è una punizione:


[La] sensazione di essere penalizzati deriva da Satana. Egli cerca di impedirci di guardare a Gesù Cristo,3 che sta a braccia aperte4 con la speranza e l’intenzione di guarirci, perdonarci, mondarci, rafforzarci, purificarci e santificarci.7


Se ritenete di aver fatto qualcosa di non riscattabile o irreparabile o di esservi allontanati troppo, quel sentimento non proviene dallo Spirito Santo. È generato da un pensiero difettoso o da Satana.


2. Studio delle Scritture


Il secondo è ciò che il presidente Nelson definisce "una ricerca sincera, […] nutrirsi abbondantemente ogni giorno delle parole di Cristo nel Libro di Mormon".8 È nutrendoci abbondantemente delle parole di Cristo, specialmente quelle contenute nel Libro di Mormon - e non spilucchiando - che possiamo trovare il potere di cambiare radicalmente i recettori dell'amore di Dio. Studiare le parole di Cristo vi metterà “nella condizione di cominciare a vivere delle esperienze con [Dio]”. 9 Lo ha fatto per me. Questo consiglio dato da Paolo a Timoteo si applica a voi:


Fin da fanciullo hai avuto conoscenza degli scritti sacri, i quali possono renderti savio a salute mediante la fede che è in Gesù Cristo.


Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia.10


3. Prendere il sacramento


Terzo, mi sono assicurato che non avrei mai perso l'occasione di prendere il sacramento in modo da poter avere lo Spirito Santo con me. Il Salvatore disse ai Nefiti riguardo al prendere il sacramento: "E se farete sempre queste cose, siete benedetti poiché siete edificati sulla mia roccia". 11 Se non farete queste cose, disse, allora non siete edificati “”sulla mia roccia, ma […] su fondamenta di sabbia; e quando cadrà la pioggia e verranno le piene e soffieranno i venti e si abbatteranno su di [voi, voi cadrete]. ”12 Ricordate che disse quando arriveranno la pioggia, il vento, le inondazioni, non se. Queste cose arrivano e arrivano per tutti noi. Ma se abbiamo preso il sacramento coscienziosamente e degnamente, allora le benedizioni arriveranno affinché non cadiamo.


Un'ulteriore intuizione sul sacramento viene dalle osservazioni del presidente Nelson al seminario sulla leadership della missione nel giugno 2019. Dopo aver preso il sacramento, il presidente Nelson ha dichiarato:


Ho fatto l’alleanza di essere disposto a prendere su di me il nome di Gesù Cristo e […] obbedire ai Suoi comandamenti. Spesso sento l’espressione che prendiamo il sacramento per rinnovare le alleanze fatte al battesimo. Nonostante sia vero, è molto più di questo. Ho stipulato una nuova alleanza. Voi avete stipulato delle nuove alleanze.13


Se ci avviciniamo al sacramento con il cuore spezzato e lo spirito contrito, nello stesso modo in cui ci aspettiamo che un nuovo convertito si avvicini al battesimo, Dio rinnova per noi le benedizioni del battesimo, incluso l'effetto di purificazione.14


Nel seminario sulla leadership della missione, dopo aver parlato di stringere nuove alleanze attraverso la partecipazione al sacramento, il presidente Nelson ha proseguito dicendo: “Ora in cambio di questo [Dio] afferma che avremo sempre il Suo Spirito con noi. Che Benedizione!”.15


Questa è la prescrizione in tre parti per i recettori dell'amore di Dio disfunzionali : pentimento, studio delle Scritture e prendere il sacramento per avere lo Spirito Santo con noi. Se non affrontiamo presto questa disfunzione, finiremo per essere "insensibili".16 E questo è spiritualmente fatale.


Curare i nostri recettori dell'amore di Dio disfunzionali ripristina il potere, la stabilità e la direzione nelle nostre vite. La prognosi quando viene trattata questa disfunzione del recettore è eccellente.


Fatevi un regalo di Natale in anticipo e scendete dal divano, come ho fatto una domenica pomeriggio di molto tempo fa. Assicuratevi che i vostri recettori dell'amore di Dio siano perfettamente funzionanti. Quindi, continuando a compiere quegli atti di devozione personali e privati, non tornerete alla disfunzione del recettore. So che Gesù Cristo “ha tutto il potere per salvare ogni uomo che creda nel suo nome e che produca frutti adatti al pentimento.”17 So che il messaggio del Padre Celeste a noi è questo:


Se vi pentirete e non indurirete il vostro cuore, allora avrò misericordia di voi, tramite il mio Figlio Unigenito;


Perciò, chiunque si pente e non indurisce il suo cuore, avrà diritto alla misericordia, tramite il mio Figlio Unigenito, per la remissione dei suoi peccati; e questi entreranno nel mio riposo.18


Questa è la mia preghiera per tutti noi. Prego che Dio veglierà su di voi, vi benedica e vi aiuti per tutto il periodo natalizio e per tutta la vita, nel nome di Gesù Cristo. Amen.

NOTES:

1. Romans 8:35, 38–39.

2. Mormon 5:16–18.

3. D&C 20:32–34.

4. Alma 60:21.

5. See James 2:17–20.

6. Russell M. Nelson, “Revelation for the Church, Revelation for Our Lives,” Ensign, May 2018.

7. Russell M. Nelson, “We Can Do Better and Be Better,” Ensign, May 2019.

8. Nelson, “Revelation for the Church.”

9. Russell M. Nelson, “Come, Follow Me,” Ensign, May 2019.

10. 2 Timothy 3:15–16.

11. 3 Nephi 18:12.

12. 3 Nephi 18:13.

13. Russell M. Nelson, mission leadership seminar, June 2019; quoted in Dale G. Renlund, “Unwavering Commitment to Jesus Christ,” Ensign, November 2019.

14. “Church members are commanded to gather together often to partake of the sacrament to remember the Savior always and to renew the covenants and blessings of baptism” (Handbook 2: Administering the Church [Salt Lake City: The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints, 2010], 2.1.2 [p. 9]; emphasis added); see also Dallin H. Oaks, “The Aaronic Priesthood and the Sacrament,” Ensign, November 1998.

15. Nelson, mission leadership seminar; quoted in Renlund, “Unwavering.”

16. 1 Nephi 17:45.

17. Alma 12:15.

18. Alma 12:33–34.

Jonathan Calvagna
Jonathan Calvagna

This speech was translated by
Jonathan Calvagna