"Rivelazione Personale"

SORELLA CRISTINA B. FRANCO
Seconda Consigliera della Presidenza Generale della Primaria 
Devozionale tenuto alla BYU Idaho il 9 Marzo 2021

È un onore essere con voi sorelle e amiche alla BYU-I! Prego che lo Spirito del Signore sia qui con noi poiché Lui è il vero insegnante e colui che testimonia di tutte le verità! 

 

Nella conferenza generale dell'Aprile 2020, il nostro caro Profeta, Presidente Russell M. Nelson, ci ha invitato di nuovo a far crescere la nostra capacità personale di ricevere rivelazione personale mentre "Lo ascoltiamo."
 
Tutti noi che siamo stati battezzati e confermati membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni abbiamo il diritto di ricevere lo Spirito Santo. Cos'è la rivelazione personale? 
 
Il Presidente Marion G. Romney insegnò: "proprio come la preghiera è il mezzo con il quale gli uomini comunicano con il Signore, così la rivelazione è il mezzo con il quale Dio comunica con gli uomini. La parola pronunciata, per esempio, era il metodo che usava per rispondere alle preghiere di Adamo. Adamo ed Eva udirono la voce del Signore che parlava loro dalla direzione verso il giardino di Eden."
In aggiunta al parlato, il Signore delle volte appare personalmente - per esempio, quando è apparso al Profeta Joseph Smith ed altri profeti nel corso della storia. In altre occasioni, il Signore ha comunicato attraverso sogni, messaggeri angelici e visioni - per esempio, a Maria, la madre di Gesù; Daniele; Lehi e Nefi ed altri. 
 
Elia ci insegna in merito alla voce dolce e sommessa dello Spirito:
 
Iddio gli disse: “Esci fuori e fermati sul monte, dinanzi all’Eterno”. Ed ecco passava l’Eterno. Un vento forte, impetuoso, schiantava i monti e spezzava le rocce dinanzi all’Eterno, ma l’Eterno non era nel vento. E, dopo il vento, un terremoto; ma l’Eterno non era nel terremoto. E, dopo il terremoto, un fuoco; ma l’Eterno non era nel fuoco. E, dopo il fuoco, una voce dolce e sommessa.
 
Posso testimoniare personalmente di questo metodo di rivelazione perché l'ho provato molte volte nella mia vita. Questa voce dolce e sommessa è spesso associata ad un’emozione. Presto sempre molta attenzione a questi sentimenti. 
 
Il ruolo principale dello Spirito Santo è di testimoniare di Dio Padre Eterno e Suo Figlio, Gesù Cristo. In aggiunta, in 2 Nefi 32:5 dice: "Poiché ecco, vi dico di nuovo che, se voi entrerete per questa via e riceverete lo Spirito Santo, Egli vi mostrerà tutte le cose che dovrete fare."
 
La voce dolce e sommessa è spesso accompagnata da una sensazione di pace, calore, conforto e amore. Lo Spirito Santo ci dà pensieri nella mente e sentimenti nel cuore. Qualche volta lo Spirito Santo viene ad insegnarci quando meno ce lo aspettiamo e a ricordarci tutto con voce di convinzione e incanto. Altre volte lo Spirito ha una voce di avvertimento, e provoca sentimenti di disagio e sconforto. 
 
Mi piacerebbe condividere tre semplici esperienze personali che ho avuto con la rivelazione. 
1. La voce dello Spirito che testimonia tutta la verità. 
 
Da bambina amavo andare in primaria. Ricordo di aver avuto 10 o 11 anni, sull’autobus per tornare a casa dalla primaria e pensavo a cosa avevo appena imparato. Mi è sempre piaciuto imparare in merito a Gesù e al Vangelo e quel Giorno avevo una domanda. Mia madre era molto intelligente e, nella mia mente, conosceva la risposta ad ogni cosa, quindi quando arrivai a casa, le posi la mia domanda. Ad oggi non ricordo quale fosse, ma ricordo cosa mi insegnò. 
 
Dopo aver risposto alla mia domanda mi disse: "Cris, non devi credere ciecamente alle mie parole." E poi mi diede la chiave: “puoi fare direttamente le tue domande al Padre Celeste e Lui ti farà sapere se è vero tramite lo Spirito Santo."
 
Lo volli testare, quindi andai nella mia stanza e mi inginocchiati in preghiera, chiedendo al mio Padre Celeste di dirmi se questa Chiesa e le cose che stavo imparando in Primaria fossero vere. 
 
Pochi minuti dopo, sentii una voce lieve dirmi che era vero, e poi una sensazione di calore e felicità arrivarono al mio cuore, così come una comprensione dell'amore che il mio Padre nei Cieli ha per me. Lui mi conosceva al tempo e mi conosce ora. 
 
Da quel giorno, ho rivolto le mie domande al mio Padre Celeste che, nel corso della mia vita, ha ascoltato e risposto alle mie domande e alle mie preghiere. 
 
In Giovanni 14:26 il Signore disse: "Ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, egli v’insegnerà ogni cosa e vi rammenterà tutto quello che v’ho detto."
2. La voce dello Spirito che riporta alla mente ogni cosa. 
 
Quando mio marito era un settanta di area uno dei suoi compiti era quello di partecipare alle diverse conferenze di palo. I sabati erano sempre impegnati con riunioni di leadership, sessioni degli adulti e cene con i membri del palo che stava visitando. Venivo sempre invitata a partecipare con mio marito alla cena e alla sessione successiva. 
 
In un’occasione lavoravo il sabato fino alle 5 di pomeriggio, e visto che posso fare tutto con l’aiuto del Signore, avevo promesso a mio marito che sarei stata in chiesa alle 18 per la cena e la riunione.
 
Ricordo che tornando verso casa pensavo, “posso farcela. Ho 10 minuti per cambiarmi, e poi posso guidare da South Jordan all’area di Holladay ed essere lì in perfetto orario”.
 
Stava andando tutto come da programma. Arrivai a casa, mi cambiai velocemente mettendomi una gonna, indossai un paio di scarpe molto carine, ritoccai il rossetto — tutto in sette minuti. E poi accadde: quando presi la borsa per cercare le chiavi dell’auto, non c’erano.
 
Controllai sul piano del bancone; non c’erano. Cercai nel mio armadio; non c’erano. Cercai tra le scarpe; non c’erano. A quel punto non avevo più tempo; avevo già impiegato 7 minuti in più. Se non avessi trovato subito le chiavi della mia macchina, non sarei arrivata in tempo per la cena e forse nemmeno per la riunione.
 
In una frenetica disperazione mi inginocchiai, quasi piangendo, e chiesi al nostro Padre Celeste di aiutarmi a trovare le chiavi. Gli spiegai la mia situazione e mi scusai per averGli chiesto per favore di sbrigarsi e rispondere subito alla mia preghiera.
 
Quando dissi “Amen,” sentii una voce sommessa sussurrare, “hai controllato nel bagno?” Era così chiara che mi sentii domandare in rimando, “nel bagno?”
 
Non appena aprii la porta del bagno, vidi le chiavi appoggiate accanto al lavandino dove mi ero lavata le mani. La mia riconoscenza era così grande che dovetti prendere un minuto in più per inginocchiarmi di nuovo e ringraziare sinceramente il mio Padre Celeste per aver risposto alla mia preghiera così velocemente. Lui mi conosceva. Non è straordinario il fatto che Lui sia pronto e in attesa di aiutarci e benedirci? Egli è sempre raggiungibile, 24 ore su 24. Siamo i Suoi figli. Egli conosce e ama ognuno di noi individualmente.
 
In Luca 11:9-10 leggiamo:
 
Io altresì vi dico: chiedete, e vi sarà dato; cercate e troverete; picchiate, e vi sarà aperto.
 
Poiché chiunque chiede riceve, chi cerca trova, e sarà aperto a chi picchia.
 
Moroni 10:4 è una delle mie scritture preferite, perché ci insegna come ricevere verità e rivelazione:
 
E quando riceverete queste cose, vorrei esortarvi a domandare a Dio, Padre Eterno, nel nome di Cristo, se queste cose non sono vere; e se lo chiederete con cuore sincero, con intento reale, avendo fede in Cristo, egli ve ne manifesterà la verità mediante il potere dello Spirito Santo.
 
Queste scritture si applicano a coloro che cercano verità spirituali e verità del vangelo, e credo che si applichino anche alle piccole cose della vita, come promettere di essere ad una riunione e aver bisogno di trovare le chiavi della macchina. Chiedete con un cuore sincero, con intento reale, avendo fede in Cristo, ed Egli farà sapere alla vostra mente dove sono le chiavi della vostra macchina tramite il potere dello Spirito Santo.
 
3. La voce dello Spirito è una voce di avvertimento.
 
Prima della pandemia COVID-19, tutte le nostre riunioni si tenevano in centro, nell’edificio della Società di Soccorso dove ognuna di noi ha il proprio ufficio personale. Durante l’ora di punta,ci metto circa un’ora a raggiungere con i mezzi l’ufficio da casa mia.
 
Una mattina mi svegliai, guardai fuori, e vidi che c’erano diversi centimetri di neve fresca. Non mi piace molto guidare con la neve, così decisi di prendere il treno. Ci avrei comunque impiegato un’ora, ma non mi sarei dovuta preoccupare di strade scivolose e altri relativi ritardi causati dalla neve, inclusi gli autisti pazzi (notare che mi tolsi da sola dalla strada proprio per non essere una di loro).
 
Ricordo quel giorno con chiarezza. Mentre ero in treno, colsi l’occasione di leggere e sottolineare le mie scritture. Inoltre avevo in mano una pila di documenti che richiedevano la mia attenzione.
 
Quando stavo per raggiungere la mia destinazione, sentii una voce sommessa nella mia mente dire “non prendere il foglio.”
 
Qualche volta, quando ricevo indicazioni come quella, voglio ricevere chiarimenti, così mi chiesi nella mente, “quale foglio?” non mi venne in mente nulla, così misi via tutti i documenti e le scritture.
 
Immediatamente, sentii la stessa voce ripetere lo stesso avvertimento: “non prendere il foglio”, alla quale risposi, “mi piacerebbe sapere quale foglio non dovrei prendere.” Rimasi come ad aspettare una risposta, ma la voce era molto silenziosa.
 
Mi alzai per andare alla porta, e dopo il mio secondo passo, sentii nuovamente la voce, ma questa volta il mio cuore iniziò a battere più forte e il sentimento che accompagnava la voce di avvertimento era di disagio, al punto che pensai nella mia mente “Okay, non prenderò nessun tipo di foglio.”
 
Appena il treno si fermò, premetti il bottone e le porte si aprirono. Un uomo tese la mano per darmi un foglio mentre scendevo le scale. Lo guardai e prontamente dissi: "No, grazie!"
 
Ad oggi non ho idea di cosa ci fosse su quel foglio, ma lo Spirito Santo lo sapeva, ed era qualcosa che non avevo bisogno di vedere, non avevo bisogno di leggere e non avevo bisogno di toccare, e ciò era sufficiente per me. 
 
Sono davvero grata per i suggerimenti dello Spirito Santo nella mia vita! 
 
Il Profeta Joseph Smith insegnò: "Nessuno può ricevere lo Spirito Santo senza ricevere le rivelazioni. Lo Spirito Santo è un rivelatore"
 
Nella conferenza generale dell'Aprile 2020 il Presidente Russell M. Nelson ha spiegato: "Le primissime parole in Dottrina e Alleanze ci invitano a prestare attenzione. Ciò significa “ascoltare con l’intento di obbedire”. Prestare attenzione significa “ascoltarLo”: ascoltare quello che il Salvatore dice e poi considerare le Sue indicazioni. In questa parola — “AscoltateLo” — Dio ci dà lo schema del successo, della felicità e della gioia in questa vita. Noi dobbiamo ascoltare le parole del Signore, prestare loro attenzione e considerare ciò che Egli ci ha detto!” [5]
 
Sappiamo che Joseph Smith riceveva costante rivelazione. Ascoltate le sue parole:
 
Una persona può trarre vantaggio dall’osservare i primi accenni dello spirito di rivelazione. Per esempio, quando sentite l’intelligenza pura scorrere dentro di voi, essa può darvi idee improvvise, talché notandolo, potrete vederle realizzate lo stesso giorno o poco dopo; vale a dire che quelle cose che sono state presentate alla vostra mente dallo Spirito di Dio si avvereranno, e così imparando a conoscere lo Spirito di Dio e comprendendolo, potrete perfezionarvi nel principio di rivelazione, finché non sarete divenuti perfetti in Gesù Cristo. 
 
Il messaggio del Presidente Nelson del 2020 continua:
 
"Mentre cerchiamo di essere discepoli di Gesù Cristo, i nostri sforzi per ascoltarLo devono essere sempre più intenzionali. Ci vuole un impegno deliberato e costante per riempire la nostra vita quotidiana con le Sue parole, i Suoi insegnamenti, le Sue verità.
 
Possiamo farlo nelle Scritture. Esse ci insegnano riguardo a Gesù Cristo e al Suo vangelo, alla vastità della Sua Espiazione e al grande piano di felicità e di redenzione di nostro Padre. L’immersione quotidiana nella parola di Dio è cruciale per la sopravvivenza spirituale, particolarmente in questi giorni di crescente sconvolgimento […] 
Possiamo ascoltarLo anche nel tempio. […]
 
Quando queste restrizioni temporanee dovute al COVID-19 saranno revocate, vi prego di programmare visite regolari per rendere il culto e servire nel tempio. Ogni minuto del tempo trascorso lì benedirà voi e la vostra famiglia come nessuna altra cosa può fare. Dedicate del tempo a meditare su quello che ascoltate e provate quando siete lì. […]
 
Lo ascoltiamo più chiaramente anche quando affiniamo la nostra capacità di riconoscere i sussurri dello Spirito Santo. Non è mai stato così imperativo come ora sapere in che modo lo Spirito vi parla. Nella Divinità, lo Spirito Santo è il messaggero. Egli comunicherà alla vostra mente i pensieri che il Padre e il Figlio vogliono che riceviate. Egli è il Consolatore. Egli porterà un sentimento di pace nel vostro cuore. Egli rende testimonianza della verità e confermerà ciò che è vero mentre ascoltate e leggete la parola del Signore.
 
Vi rinnovo il mio appello a fare qualunque cosa sia necessaria per aumentare la vostra capacità spirituale di ricevere rivelazione personale.
 
Questo vi aiuterà a sapere come andare avanti con la vostra vita, cosa fare durante i momenti di crisi, e come discernere ed evitare le tentazioni e gli inganni dell’avversario.
 
E, infine, noi Lo ascoltiamo quando prestiamo attenzione alle parole dei profeti, veggenti e rivelatori. Coloro che sono stati ordinati apostoli di Gesù Cristo rendono sempre testimonianza di Lui. Essi indicano la via mentre ci facciamo strada nello struggente dedalo delle nostre esperienze terrene."
 
Adesso, per favore, ascoltate attentamente la prossima dichiarazione dal nostro bene amato Presidente Nelson, il nostro Profeta di questi giorni:
 
 
"Che cosa accadrà quando ascolterete, presterete attenzione e considererete in modo più deliberato ciò che il Salvatore ha detto e ciò che sta dicendo ora tramite i Suoi profeti? Prometto che sarete benedetti con un ulteriore potere per affrontare le tentazioni, le difficoltà e le debolezze. Prometto miracoli nel vostro matrimonio, nei vostri rapporti familiari e nel vostro lavoro quotidiano. Prometto inoltre che la vostra capacità di provare gioia aumenterà anche se nella vostra vita aumentano le turbolenze."
 
Sorelle, porto testimonianza che se ascoltiamo la voce dolce e sommessa le nostre vite saranno più semplici. Le nostre decisioni saranno migliori e le nostre vite più felici. Nel nome di Gesù Cristo, amen. 
NOTE:
 
[1] Russell M. Nelson, “AscoltateLo,” Liahona, Aprile 2020.
[2] Marion G. Romney, “Prayer and Revelation,” Ensign, May 1978. (English only).
[3] 1 Re 19:11–12.
[4] Insegnamenti dei profeti della Chiesa: Joseph Smith, 2007, 136.
[5] Russell M. Nelson, “AscoltateLo,” Liahona, Maggio 2020.
[6] Insegnamenti dei profeti della Chiesa: Joseph Smith, 2007, 136.
[7] Russell M. Nelson, “AscoltateLo,” Liahona, Maggio 2020.
Stefania Viterbo.jpeg
Carolina M. V. Cavallaro.jpeg

Questo discorso è stato tradotto
da
Stefania Viterbo e Carolina Cavallaro