Terremoti spirituali e isolatori sismici

ANZIANO DALE G. RENLUND
Quorum dei Dodici Apostoli
Devozionale tenuto alla BYU-Idaho 28 aprile 2020 - Devozionali

Fratelli e sorelle, come sapete, il tempio di Salt Lake è chiuso per adeguamenti antisismici e ristrutturazione. Sia l'anziano Gary E. Stevenson che l'anziano L. Whitney Clayton ne hanno parlato nei loro meravigliosi discorsi alla conferenza generale. Il motivo degli adeguamenti è che c'è una probabilità del 50% nei prossimi 50 anni che una delle linee di faglia lungo il Wasatch Front scivoli e causi un terremoto di magnitudo 7,2 nella scala Richter. Ciò causerebbe il distacco dei pavimenti del tempio dai loro inserti nelle pareti e il loro crollo. Se ciò dovesse accadere, il tempio stesso crollerebbe.
 
Gli adeguamenti antisismici previsti includono il posizionamento di circa 150 isolatori sismici sotto il basamento e le fondamenta del tempio. Questi isolatori sismici sembrano enormi dischi da hockey e funzionano come ammortizzatori, proprio come quelli del vostro veicolo. Gli isolatori sismici attutiranno o assorbiranno il movimento della terra in modo che un terremoto che misura 7.2 verrà percepito solo come un terremoto che misura 5.2. Ora, potremmo pensare che non sia molto, ma la scala Richter è logaritmica; la differenza tra 5,2 e 7,2 è centuplicata. Gli isolatori sismici diventano le fondamenta del tempio perché si trovano tra il terreno stesso e il tempio. Di conseguenza, il tempio sentirà comunque il terremoto, ma la magnitudo sarà smorzata e l'intero tempio "incasserà i colpi", essendo in grado spostarsi di un metro e mezzo in qualsiasi direzione su queste "fondamenta di isolatori sismici". Il tempio resisterà alla scossa di terremoto.
 
Vorrei parlare di tre metaforiche scosse sismiche, fisiche e spirituali, che probabilmente vivrete. Suppongo ci sia una probabilità del 50% nei prossimi 50 anni che vivrete tale scossa, se non è già successo. Queste scosse saranno considerevoli. Saranno davvero duri colpi per il vostro senso di benessere. Per ogni metaforica scossa sismica, suggerirò uno o più isolatori sismici metaforici che possono essere introdotti per aiutare a resistere al colpo. Gli isolatori sismici metaforici si sovrappongono e funzionano all'unisono tra loro. Non funzionano da soli, non più di quanto gli isolatori sismici per il tempio funzionino separatamente. Ma potrebbe essere utile discuterli individualmente. In seguito farò tre domande relative a ciascuno di questi isolatori sismici metaforici.
 
Scossa sismica metaforica # 1: ansia per il futuro
 
La scossa sismica numero uno è l'ansia per il futuro. É il non sapere cosa accadrà. Quando non sappiamo cosa accadrà, possiamo diventare ansiosi. Ad esempio, se non sappiamo in quale materia laurearci, quanto bene andremo, o se entreremo in una scuola di ingegneria o in qualsiasi altra scuola, possiamo diventare ansiosi o timorosi.
 
Quando non sappiamo se troveremo qualcuno che ci piace, se ci sposeremo o se vivremo per sempre felici e contenti, possiamo sentirci inquieti e ansiosi. L'incertezza dovuta al non sapere può creare un’enorme scossa sismica perchè l'incertezza può essere disorientante, deprimente e paralizzante.
 
Qual è il vostro isolatore sismico per questa incertezza e l'ansia risultante che può persistere in tutte le fasi della vita? Ora, non sto parlando di depressione clinica o ansia clinica, o tutto ciò che è stato diagnosticato clinicamente e che richiede un aiuto professionale. Se tale aiuto è necessario, allora dovremmo riceverlo. L'ansia di cui sto parlando, però, è non conoscere il futuro in dettaglio. Un isolatore sismico chiave per l'ansia è sviluppare la fede nel Padre Celeste e nel Suo piano e confidare nel Suo amore e nell’amore di Gesù Cristo. Questo isolatore sismico ci aiuta a mantenere una prospettiva eterna e a fare affidamento sulla realtà della Loro bontà e del Loro amore.
 
Le Scritture offrono alcuni esempi. Perfino dopo aver stretto un’alleanza con Dio, la vita di Abrahamo non fu facile. Ma, concentrandosi sul piano del Padre Celeste, Abrahamo continuò ad andare avanti. Mentre lui e il suo gruppo familiare viaggiavano verso la loro terra promessa, Abrahamo fornì un messaggio chiave per noi. Egli disse, “Perciò, l’eternità era la nostra copertura, la nostra rocca e la nostra salvezza, mentre viaggiavamo da Charan, per la via di Gershon, per venire al paese di Canaan.”[1] Il messaggio per noi è quello di mantenere una prospettiva eterna, così che l'eternità possa essere la nostra copertura, la nostra rocca, la nostra protezione e la nostra salvezza perché abbiamo fede nel Padre Celeste e nel Suo piano.
 
Inoltre, quando fu chiesto a Nefi: "Conosci tu la condiscendenza di Dio?" egli rispose “So che egli ama i suoi figlioli; nondimeno non conosco il significato di tutte le cose.”[2] Questo isolatore sismico include il sapere che Dio ama i Suoi figli, che ci ama, che possiamo essere sicuri che Egli si prenderà cura di noi e che il nostro fine ultimo andrà più che bene. Quando cerchiamo di “osservare i comandamenti di Dio”, saremo “benedetti in tutte le cose” e se continuiamo a cercare di “mantenerci fedeli fino alla fine”, saremo “accolti in cielo”, in uno “stato di felicità senza fine”.[3] Come ha detto sorella Renlund, ciò va più che bene; è glorioso.
 
Sviluppare la fede nel Padre Celeste e nel Suo piano e confidare nel Suo amore e nell’amore di Gesù Cristo crea un isolatore sismico. Noi conosciamo il nostro destino. Questo isolatore sismico ci aiuta nel corso della nostra vita. Ciò non significa che non sentiremo la scossa sismica dell'incertezza e dell'ansia, ma sarà smorzata di cento volte, fornendoci la fiducia per continuare perché sappiamo che quell'incertezza è temporanea.
 
Permettetemi di porre tre domande. Primo, il fatto che proviate ansia per il futuro cambia la realtà di un Padre Celeste gentile e amorevole, di un Cristo vivente e della veridicità della Prima Visione e della Restaurazione del vangelo del Salvatore?
 
Secondo, le successive rivelazioni ricevute tramite Joseph Smith e i suoi successori forniscono conoscenze che riducono l'ansia riguardo il vostro destino?
 
Terzo, quali abitudini potete sviluppare oggi che vi aiuteranno ad accrescere e mantenere una profonda fede nel Padre Celeste e nel Suo piano, e una fiducia duratura nel Suo amore e in quello di Gesù Cristo?
 
Scossa sismica metaforica #2: fardelli, sfide e difficoltà
 
La scossa sismica metaforica numero due è affrontare fardelli, sfide e difficoltà.  Queste comprendono tutte le prove che possono accadere e che accadono nella vita. Alla conferenza generale, il presidente Russell M. Nelson ha detto, “Le prove personali della vita vanno ben oltre questa pandemia [COVID-19]. Le prove del futuro potrebbero avere a che fare con un incidente, un disastro naturale o un’inaspettata angoscia personale.”[4]
 
In una certa misura nell'esistenza pre-mortale, suppongo ci sia stato detto che questa vita sarebbe stata difficile, piena di sfide. Ma probabilmente non sapevamo quanto sarebbero stati duri questi fardelli, e non lo sapremo finché non li proveremo. L’isolatore sismico, però, per queste sfide è riconoscere la forza, la capacità e la resilienza aggiuntiva che Dio è disposto a darci e l’aiuto che Dio ispira altri a darci.
 
Nel 2005 l'anziano David A. Bednar ha citato questo versetto nella conferenza generale: “Ma ecco, io, Nefi, vi mostrerò che le tenere misericordie del Signore sono su tutti coloro che egli ha scelto, a motivo della loro fede, per renderli potenti, finanche al potere di liberazione.”[5] L'anziano Bednar ha poi sottolineato che Gesù Cristo sceglie di aiutarci a motivo della nostra fede in Lui e ci dà il potere di affrontare le nostre sfide.
 
Nefi ha poi insegnato, "E se accade che i figlioli degli uomini obbediscono ai comandamenti di Dio, egli li nutre e li fortifica.”[6] Ricordate l'esperienza di Alma il vecchio e del suo popolo, e questo fornisce un esempio meraviglioso. Grazie alla loro fede in Gesù Cristo, il Signore fece in modo che non sentissero i fardelli che erano stati loro imposti da Amulon, uno dei protetti del re Noè.[7]
 
Oltre a rafforzarci, Dio ispira o fa in modo che altri ci aiutino. Un esempio di questo è l'esperienza di Mosè quando era completamente esasperato dal popolo nella sua amministrazione. Su indicazione di Dio, Mosè condusse il popolo fuori dall'Egitto. Non c'era cibo, così Dio fornì loro la manna. Il popolo, però, iniziò a lamentarsi della manna. Vissero il miracolo di essere nutriti ogni giorno, ma si lamentarono. Il miracolo, credo, non fosse abbastanza. Espressero il loro disappunto a Mosè, dichiarando di volere  carne, pesce, cetrioli, meloni, porri, cipolle e aglio.[8] Suppongo che gli mancasse il loro “Happy Meal”.
 
Mosè era pronto a gettare la spugna. Il popolo lo aveva spinto oltre il limite alla fine. E Mosè disse al Signore: “Perché hai trattato così male il tuo servo? perché non ho io trovato grazia ai tuoi occhi, tanto che mi hai messo addosso il carico di tutto questo popolo? . . . Io non posso, da solo, portare tutto questo popolo; è un peso troppo grave per me. E se mi vuoi trattare così, uccidimi, ti prego; uccidimi, se ho trovato grazia agli occhi tuoi."[9] Mosè aveva un fardello che non riusciva a sostenere; avrebbe preferito morire piuttosto che andare avanti.
 
Dio rispose alla sua preghiera, ma in modo diverso da come Mosè aveva richiesto. E il Signore disse a Mosè, “Radunami settanta uomini degli anziani d’Israele, conosciuti da te come anziani del popolo e come aventi autorità su di esso; conducili alla tenda di convegno, e vi si presentino con te. Io scenderò e parlerò lì con te; prenderò dello spirito che è su di te e lo metterò su di loro, perché portino con te il carico del popolo, e tu non lo porti più da solo. "[10] Dio fece sì che altri aiutassero Mosè. Dio farà in modo che altri vi aiutino.
 
L’isolatore sismico per affrontare i fardelli, le sfide e le difficoltà che affrontiamo è duplice. La prima parte è riconoscere la forza, la capacità e la resilienza aggiuntiva che Dio è disposto a darci a motivo della nostra fede in Gesù Cristo. Il presidente Nelson ha detto alla conferenza generale, “L’oscurità crescente che accompagna la tribolazione fa risplendere la luce di Gesù Cristo ancora più intensamente,”[11] e ha acutamente incoraggiato, “Mettiamo la nostra fede nel Signore Gesù Cristo in azione!”[12]
 
La seconda parte di questo isolatore sismico è riconoscere che Dio ispira gli altri ad aiutare. L'aiuto degli altri può prendere qualcosa che è insopportabile e cambiarlo in qualcosa di sopportabile.
 
Lasciatemi porre tre domande. Primo, il fatto di affrontare fardelli, sfide e difficoltà altera la realtà di un Padre Celeste gentile e amorevole, di un Cristo vivente, della veridicità della Prima Visione e della restaurazione del vangelo del Salvatore?
 
Secondo, le successive rivelazioni ricevute tramite Joseph Smith e i suoi successori vi aiutano ad affrontare fardelli, sfide e difficoltà, facendo affidamento sull’essere rafforzati da Dio e sull'essere aiutati da altri?
 
Terzo, quali abitudini personali potete sviluppare ora che vi daranno la forza di affrontare fardelli, sfide e difficoltà in futuro?
 
Scossa sismica metaforica #3: ingiustizia
 
La scossa sismica metaforica numero tre è l'ingiustizia — l'ingiustizia verso noi individualmente o l'ingiustizia verso gli altri.  L'ingiustizia è ovunque attorno a noi, ed è preoccupante.  Se non siamo attenti, l'apparenza di ingiustizia può farci respingere il positivo insieme al negativo, o per usare l'espressione idiomatica di “buttare via il bambino con l'acqua sporca”.  L'ingiustizia percepita ci infligge un duro colpo. 
 
Permettetemi di presentare diversi scenari scritturali di bambino-acqua sporca.  Fu giusto che il primo figlio di Abrahamo, Ismaele, non ricevette l’alleanza di Abrahamo e Isacco invece sì? [13] Se fosse stato ingiusto, quell'ingiustizia avrebbe invalidato l’alleanza che Dio aveva stretto con  Abrahamo e rinnovato con Isacco?
 
Fu giusto che solo i discendenti di Levi, figlio di Giacobbe, detenessero il sacerdozio e altri che erano ugualmente degni, o forse anche più degni, no?[14] Quest'ingiustizia cambia la realtà del sacerdozio che fu conferito ai Leviti?
 
Fu giusto che Gesù Cristo venne alla Casa d'Israele e non ai Gentili?[15] Quest'ingiustizia annulla la Sua Figliolanza divina e la Sua Espiazione infinita?
 
Nonostante le apparenti ingiustizie, l'alleanza di Abrahamo è valida, l'autorità del sacerdozio è reale e il sacrificio espiatorio di Cristo è autentico. 
 
L'isolatore sismico per l'ingiustizia è sviluppare la fede in Gesù Cristo e nella Sua Espiazione e capire come la Sua Espiazione si applica a noi.  La fede e la comprensione ci aiutano a riconoscere che tutti sono uguali dinanzi al Padre Celeste e al Salvatore,[16] e che loro amano tutti i figli del Padre Celeste e che desiderano che tutti ritornino alla loro dimora celeste.  Inoltre, Gesù Cristo comprende perfettamente cosa vuol dire soffrire innocente a causa dell'ingiustizia intrinseca del mondo o dell'utilizzo inappropriato del libero arbitrio di qualcun altro, intenzionale o meno.[17]  Non possiamo insegnare a Gesù Cristo nulla che già non sappia sull'ingiustizia. Tra tutti i figli del Padre celeste, è stato quello trattato più ingiustamente, ma Egli può insegnarci come affrontare queste ingiustizie. 
 
Questo isolatore sismico ci ricorda costantemente “che il Salvatore ama ripristinare ciò che voi non potete; ama sanare le ferite che non siete in grado di curare; ama aggiustare ciò che è andato irrimediabilmente in frantumi; che Egli compensa qualsiasi ingiustizia abbiate subìto e ama guarire permanentemente chi ha il cuore rotto”.[18]
 
Ricordare la bontà di Dio fa accadere qualcosa di straordinario. In un giorno futuro, la promessa è che “ Dio asciugherà ogni lacrima dagli occhi loro e la morte non sarà più; né ci saran più cordoglio, né grido, né dolore, poiché le cose di prima sono passate.” [19]
 
C.S. Lewis scrisse nella prefazione del suo libro Il Grande Divorzio, "[I mortali] dicono di alcune sofferenze temporali, 'Nessuna felicità futura può compensarle', non sapendo che il paradiso, una volta raggiunto, lavorerà a ritroso e trasformerà perfino l’agonia in gloria.  Il passato dell'uomo buono inizia a cambiare in modo che i suoi peccati perdonati e i dolori ricordati assumano la qualità del Paradiso.  I Beati diranno, ‘Non abbiamo mai vissuto in nessun luogo se non in Paradiso.’”[20]
 
Permettetemi di porre altre tre domande.  Innanzitutto, il fatto che la vita sia ingiusta verso te o verso gli altri, altera la realtà di un Padre Celeste gentile e amorevole, di un Cristo vivente e della veridicità della Prima Visione e della restaurazione del vangelo del Salvatore?
 
In secondo luogo, le successive rivelazioni ricevute tramite Joseph Smith e i suoi successori e la promessa di un'eventuale ed eterna giustizia vi aiutano a far fronte all'ingiustizia di questo mondo decaduto?
 
L'isolatore sismico della fede in Gesù Cristo e nella Sua Espiazione e la comprensione di come applicare la Sua Espiazione, smorza l'intensità di questa metaforica scossa sismica.  La nostra fede in Gesù Cristo ci permetterà di rimanere in piedi e andare avanti nonostante l'ingiustizia.
 
Tuttavia,  voi ed io vogliamo sapere, “Come?  Come riuscirà Dio a farlo?"  Per quanto ne so, Dio non ha rivelato "come" ai Suoi profeti, veggenti e rivelatori.  Quello che so è che per noi chiedere di sapere "come", prima di confidare in Lui e sviluppare la fede nelle Sue promesse, è sbagliato e ignora ciò che Dio disse a Isaia di se stesso: "Poiché i miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie, dice l’Eterno. Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così son le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri.”[21] Teniamo le nostre domande per dopo e lavoriamo sull’accrescere la fede.
 
La terza domanda, quali abitudini personali potete sviluppare che vi aiuteranno a sviluppare e mantenere una forte fede in Gesù Cristo, nella Sua Espiazione e nella Sua giustizia suprema?
 
Prego che le più ricche benedizioni di Dio siano su di voi mentre vivete questi e altri terremoti metaforici.  Prego che introdurrete quegli isolatori sismici che smorzeranno le scosse sismiche, che svilupperete la fede nel Padre Celeste e nel Suo piano e confiderete nel Suo amore e nell’amore di Gesù Cristo per voi, che riconoscerete la forza, la capacità e la resilienza che Dio è disposto a darvi e anche l'aiuto che Dio ispira gli altri a darvi, e che svilupperete la fede in Gesù Cristo e nella Sua Espiazione e una comprensione di come la Sua Espiazione si applica a voi. So che lo sviluppo di questi isolatori sismici nella vostra vita diminuirà gli effetti di questi duri colpi della vita e vi permetterà di rimanere saldamente in piedi dopo la scossa.
 
Permettetemi di concludere con una domanda, posta e risposta dal presidente Nelson alla conferenza generale.  La domanda: "Che cosa significa per voi il fatto che il vangelo di Gesù Cristo è stato restaurato sulla terra?"  La risposta che ha dato è, “Significa che voi e la vostra famiglia potete essere suggellati insieme per sempre! Significa che, poiché siete stati battezzati da qualcuno che ha autorità da Gesù Cristo e siete stati confermati membri della Sua Chiesa, potete godere della compagnia costante dello Spirito Santo. Egli vi guiderà e vi proteggerà. Significa che non sarete mai lasciati privi di conforto o senza accesso al potere di Dio per essere aiutati. Significa che il potere del sacerdozio può benedirvi quando ricevete ordinanze indispensabili e stipulate alleanze con Dio e le onorate. Quale àncora queste verità sono per la nostra anima, specialmente durante questi tempi in cui la tempesta infuria.”[22]
 
Che Dio vi benedica, miei cari fratelli e sorelle, nel nome di Gesù Cristo, amen.
NOTE:
[1] Abrahamo 2:16.
[2] 1 Nefi 11:16­­­­­­­­–17.
[3] Mosia 2:41.
[4] Russell M. Nelson, “Messaggio di apertura,” Liahona, Maggio 2020.
[5] 1 Nefi 1:20; vedere anche David A. Bednar, “La tenera misericordia del Signore,” Liahona, Maggio 2005.
[6] 1 Nefi 17:3.
[7] Vedere Mosia 24:15.
[8] Numeri 11:4-6.
[9] Numeri 11:11–15.
[10] Numeri 11:16–17.
[11] Russell M. Nelson, “AscoltateLo,” Liahona, Maggio 2020.
[12] Russell M. Nelson, “Aprire i cieli per ricevere aiuto,” Liahona, Maggio 2020.
[13] “Alleanza di Arahamo,” Guida alle scritture.
[14] “Levitico,” Guida alle scritture.
[15] “Gentili,” Guida alle scritture.
[16] 2 Nefi 26:33.
[17] Alma 7:11–13; Ebrei 4:14–16.
[18] Dale G. Renlund, “Considerate la bontà e la grandezza di Dio,” Liahona, Maggio 2020; Boyd K. Packer, “The Brilliant Morning of Forgiveness,” Ensign, Nov. 1995; Salmi 147:3.
[19] Apocalisse 21:4.
[20] C. S. Lewis, Il grande divorzio.
[21] Isaia 55:8–9.
[22] Russell M. Nelson, “AscoltateLo,” Liahona, Maggio 2020.
Ivan%20Sapio_edited.jpg
Eleonora%2520Caravellagot_edited_edited.jpg
Shara Tartaglia.jpeg

Questo discorso è stato tradotto
da
Ivan Sapio, Eleonora Caravella e Sara Tartaglia